Cicoria Selvatica
Cichorium intybus (Fam. Asteraceae)

INTRODUZIONE:

Esistono diverse varietà di Cicoria, ma quella selvatica batte tutte le altre in termini di principi attivi e vitalità. Considerata sin dai tempi degli Egizi un prezioso aiuto per la salute, la sua celebrità è più che legittima. Discoride, Plinio, Galeno e molti altri, han da sempre sottolineato le sue notevoli proprietà depurative, diuretiche e toniche per stomaco, fegato e reni. Consumatela in tutte le sue parti, cruda possibilmente, e tutto il corpo vi ringrazierà.
Il suo temperamento è affascinante: resiste al caldo come al freddo, all’abbondanza di piogge come alla siccità. I suoi fiori, color blu del Cielo, si comportano come un ‘orologio floreale': si aprono ad ore fisse e si richiudono cinque ore dopo; le foglie lungo il fusto invece, tendono ad allinearsi verso il Nord. Non stupisce che sia così magica nei suoi aspetti curativi…

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

SEGNI PARTICOLARI: Fiori color blu del Cielo, foglie simili al Tarassaco e con nervatura centrale spesso rossastra.

Durante la fioritura (da maggio a ottobre) è impossibile non riconoscerla, merito dei numerosi fiori color blu del Cielo. Ma è soprattutto prima della fioritura che si coglie la Cicoria: autunno, tardo inverno e primavera. A questo proposito, ho scelto come immagine una delle forme in cui si presenta più spesso, devo però avvisarvi che la forma e il colore delle foglie può variare molto da pianta a pianta. Le nervature rossastre delle foglie rappresentano un valido indizio per identificarla, ma non sono sempre presenti. Per il suo aspetto viene spesso confusa con il Tarassaco o altre specie amare commestibili.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

DOVE LA TROVI: Incolti, prati asciutti, al margine di campi e sentieri.

Comune negli incolti e nei prati asciutti. Non è raro incontrarla al margine di campi e sentieri di campagna.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

UTILIZZI: Misticanze, contorni, infusi, decotti, integratori.

E’ una pianta largamente impiegata sia in cucina che in fitoterapia, proprio per le sue innumerevoli proprietà benefiche. Tutte le sue parti sono commestibili. Cruda in misticanza, oppure saltata brevemente in padella, da sola o con altre verdure. Tenete conto che il suo ricco contenuto di vitamine e sali minerali tende a perdersi con la cottura: meglio consumarla cruda. In fitoterapia la si impiega essenzialmente per infusi o decotti o tinture. In tal caso, è piuttosto comune l’utilizzo delle radici (raccolte nel tardo autunno o nel tardo inverno), ma si possono impiegare anche le foglie (autunno e primavera) e i fiori (maggio-giugno). La foglie sono utilizzate per tingere di blu. L’inulina contenuta nelle radici è spesso impiegata come integratore alimentare, sia nell’alimentazione dell’uomo che in quella degli animali.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

PROPRIETA': Diuretiche, depurative, toniche, aperitive, blandamente lassative.

Molto ricca di sali minerali di ogni genere e vitamine del gruppo A, B, C, K e P. Diverse sostanze amare contenute nella pianta, rendono la Cicoria un’importante alleata prima, durante e dopo i pasti, per accogliere e digerire al meglio. L’inulina abbondantemente contenuta nelle sue radici (10-15% sul totale), l’ha resa celebre nel mondo degli inegratori alimentari. Questo perché l’inulina, nutre abbondandemente la flora batterica intestinale buona a sfavore di quella dannosa, favorendo la funzionalità intestinale in generale. Il complesso di principi attivi presente nella Cicoria, rende questa pianta particolarmente preziosa per il fegato, lo stomaco e i reni. E’ in grado di purificarli e attivarne l’azione, mobilitando tutto l’organismo e risvegliandolo ‘dal torpore’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

CURIOSITA':

Secondo una leggenda, i fiori della Cicoria, di un bel blu chiaro, sono gli occhi di una fanciulla che piange l'amato, partito su una nave che non fece ritorno... Le radici di Cicoria sono ancora oggi usate come sostituto del caffé. Nel nord ed est Europa il suo consumo è maggiormente diffuso che da noi.

ECCO COSA PUOI PREPARARE:

 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.