Iperico
Hypericum perforatum (Fam. Clusiaceae)

INTRODUZIONE:

Molti lo conoscono come l'”erba di San Giovanni” perché la tradizione vuole che questa pianta debba essere raccolta il 24 giugno, sotto il caldo sole di mezzogiorno. Chiamato anche “scacciadiavoli”, in passato l’Iperico veniva utilizzato nelle pratiche di esorcismo come rimedio per scacciare i demoni dal corpo o dalle case.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

SEGNI PARTICOLARI: Le foglie controluce, appaiono cosparse di tanti piccoli forellini.

L’Iperico può raggiungere gli 80 cm di altezza. A cavallo fra la primavera e l’estate, agli apici di questa pianta compaiono gruppi di fiori gialli e dorati con 5 petali a disposti a stella.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

DOVE LA TROVI: Lungo le strade o nei prati ben esposti al sole.

Cresce in tutta Italia, dalla pianura alla montagna. Ama i luoghi caldi e ben esposti al sole. Capita frequentemente di trovarlo a bordo di strade soleggiate.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

UTILIZZI: Per aromatizzare piatti crudi o cotti e per rimedi naturali.

Le foglie fresche possono essere aggiunte in piccole quantità ad un’insalata o ad altri piatti cotti, esse sono lievemente astringenti e caratterizzate da note fruttate. Gli indiani d’America erano soliti farle seccare per poi utilizzarle come aromatizzanti. I fiori freschi invece, oltre ad essere impiegati per la preparazione di oleoliti, possono essere utilizzati per aromatizzare bevande fermentate.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

PROPRIETA': Astringente, calmante, antidepressivo, stimolante, espettorante.

L’oleolita d’Iperico è di facile preparazione, ed è un efficace rimedio contro le scottature e le infimmazioni della pelle, nonché per curare le ulcere; la pelle trattata però, non va mai esposta al sole. Per uso interno invece, è ritenuto un valido aiuto per curare gli stati depressivi. Attenzione però ad usarlo con cautela, perché è un erba ricca di principi attivi che possono interferire nell’azione di molti farmaci.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

CURIOSITA':

Anticamente si soleva bruciare dei rametti di Iperico in riti di protezione da demoni, spettri e incubi. La ragione del suo utilizzo è probabilmente legata al fatto che i fiori, se bruciati, emanano un forte odore di incenso.

ECCO COSA PUOI PREPARARE:

Oleolito di Iperico
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.