Portulaca
Portulaca oleracea (Fam. Portulacaceae)

INTRODUZIONE:

Una prelibatezza degli orti non programmata che fa la sua comparsa a partire da giugno, tappezzando il terreno smosso con una caparbietà che la rende eterna nemica dei coltivatori moderni. All’epoca dei Romani invece, la Portulaca veniva coltivata con grande entusiasmo per i suoi poteri medicamentosi: “…come alimento annulla l’effetto dei veleni delle frecce e dei serpenti…”, così la descriveva Plinio; note erano anche la sue proprietà diuretiche, vitaminizzanti e cicatrizzanti. Di recente si è scoperto che la Portulaca è ricca di acidi grassi (tra cui Omega-3) dalle indiscusse proprietà immunostimolanti e non solo… Insomma, tante ma proprio tante le preziosità di questa infestante non trovate? E vi dirò di più… è pure sfiziosa in cucina!

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

SEGNI PARTICOLARI: Carnosa, liscia, fusti prostrati e rossastri.

Le foglie sono relativamente piccole, carnose e di forma obovata. Il suo portamento è tappezzante, con fusti che spesso presentano colorazioni rossastre.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

DOVE LA TROVI: Campi, orti, incolti, suoli sabbiosi.

Ama i terreni smossi, per questo quasi certamente la troverete nel vostro campo o orto. Non di rado però, è possibile rivenirla in terreni detritici, sabbiosi ed incolti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

UTILIZZI: Insalate, antipasti, contorni, primi piatti, minestre.

Visto l’alto contenuto in vitamine della Portulaca, vi consiglio di consumarla cruda (es. misticanze, pasta o risotti freddi…). Ma ciò non toglie che possiate anche adoperarla per innumerevoli ricette in cucina, possibilmente, aggiunta negli ultimi minuti di cottura. Questa pianta è anche ricca di mucillagini, pertanto si presta bene per addensare zuppe o vellutate. Usate anche i semi! Fragranti e croccanti come i semi di Papavero, ma più piccoli.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

PROPRIETA': Vitaminizzanti, diuretiche, immunostimolanti, vulnerarie, cicatrizzanti.

Ricca di vitamine A, B e C. Altrettanto ricca di sali minerali e acidi grassi in grado di attivare, equilibrare e temprare il nostro metabolismo. Notevole le sue proprietà emollienti e cicatrizzanti. Provate a prendere in mano le foglie fresche di Portulaca e a stropicciarle, sentirete una consistenza gelatinosa: è questo un chiaro segno della forte presenza di mucillagini: sostanze dalle note proprietà vulnerarie, lassative e dermoprotettive.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

CURIOSITA':

Il nome 'Portulaca' deriva da 'portula' = piccola porta, in riferimento al piccolo frutto ricco di semi minuscoli che, una volta maturo, si apre proprio come una porta.

ECCO COSA PUOI PREPARARE:

Bocconcini sfiziosi di Farinello con Portulaca
Contorno di Melanzane, Datterini e Portulaca
Vellutata di Zucca con Taleggio e Semi di Portulaca
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.