Verga d'Oro
Solidago canadensis (Fam. Asteraceae)

INTRODUZIONE:

Una pianta contraddittoria, la Verga d’Oro. E’ in grado di tingere d’oro la desolazione dei luoghi abbandonati e trascurati, di insinuare l’idea di natura selvaggia in posti in cui altrimenti non ve ne sarebbe traccia; ed è un’importante alleata della nostra salute, in particolare per chi ha problemi di infiammazione ai reni o alle vie urinarie, o per chi voglia favorire la guarigione di eruzioni cutanee, ferite, piaghe, etc… Ma è anche considerata una pianta dannosa per le sue straordinarie capacità di adattamento e diffusione che hanno ridotto, o addirittura cancellato, molte specie vegetali autoctone. I suoi fiori dorati però, piacciono infinitamente alle api e ai calabroni che vi si concentrano alla fine dell’estate, quando oramai la maggior parte dei fiori spontanei ha lasciato spazio ai semi e ai frutti. Infine è anche buona da mangiare, soprattutto in primavera, quando è ancora giovane, tenera, e facile da cucinare. Se tutti utilizzassimo la Verga d’Oro per scopi alimentari o medicinali, probabilmente potremmo in parte limitarne la diffusione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

SEGNI PARTICOLARI: Foglie lunghe, ovali e dentellate ai margini. Infiorescenze con tanti capolini color giallo-oro.

Quando è presente, cresce a gruppi densi di individui, perciò è difficile che incontriate una pianta sola soletta. Spunta all’inizio della primavera, con le sue lunghe foglie seghettate e color verde scuro. Cresce in fretta la Verga d’Oro, può arrivare sino a un metro di altezza; poi da maggio inizia a produrre le dorate infiorescenze a cui deve il suo nome.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

DOVE LA TROVI: Prati, campi, terreni disboscati, a bordo di strade.

Un po’ dappertutto, ma predilige i luoghi con un po’ di ombra. Per questa ragione la si rinviene spesso al confine tra un luogo aperto (es. prato) e un luogo con gli alberi. Ma siccome è estremamente adattabile, potreste trovarla anche altrove.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

UTILIZZI: Pianta medicinale e alimentare.

Da fine maggio a settembre potete raccogliete i fiori a scopi medicinali (tisana diuretica, antinfiammatoria, o decotto cicatrizzante…); in tal caso, metteteli a seccare in un luogo asciutto e areato, senza la luce diretta del sole. Una settimana dovrebbe essere sufficiente per fare seccare bene la pianta, che andrà conservata in un sacchetto di carta, al riparo da luce ed umidità. In autunno invece, potete raccogliere le radici (stesse proprietà dei fiori). La Verga d’oro è anche buona da mangiare, soprattutto in primavera, quando è ancora giovane, tenera, e facile da cucinare. In tal caso si cucinano le cime della pianta, tenendo anche 10-15 cm di fusto. Il fusto va spelato perché duro come consistenza e amaro come sapore. A quel punto sarà sufficiente cuocere la pianta per 3-5 minuti al massimo, sbollentata in acqua o saltata in padella.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

PROPRIETA': Antinfiammatorie, diuretiche, digestive, cicatrizzanti, astringenti.

Possiede importanti proprietà antinfiammatorie e diuretiche, utili soprattutto a chi soffre di infiammazione ai reni o alle vie urinarie, o per chi voglia favorire la guarigione di eruzioni cutanee, ferite, piaghe, etc… (vai alla sezione ricette per l’infuso di Verga d’Oro). Utile anche per le sue proprietà digestive. Una parente stretta della Solidago canadensis, la Solidago virgaurea, ha proprietà molto simili e dunque può essere impiegata alla stessa maniera.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

CURIOSITA':

Nel Medioevo questa pianta era molto richiesta per curare le ferite da taglio, bevuta in tisana o spalmata in unguento. Ancora oggi viene utilizzata in cosmesi ed è considerata un valido rimedio contro le infiammazioni e gli arrossamenti della pelle, al pari della Calendula.

ECCO COSA PUOI PREPARARE:

Tisana di Verga d'Oro
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.