Oleolito di Iperico

STAGIONALITA':

Estiva Primaverile

PROPRIETA':

Cicatrizzante, vulnerario, antinfiammatorio.

DOSI PER:

Per tutto l'anno

“Scacciadiavoli”, così viene soprannominato l’Iperico. Usato sin dal medioevo come amuleto per allontanare diavoli, spiriti malefici, il demonio dagli indemoniati, invidia, incubi, spettri e malocchio. A questo scopo mazzi di Iperico fiorito venivano appesi fuori dalle case, appesi al collo, sopra il letto, nelle stalle e persino sotto le culle. Il medico Durante nel ‘600 scrisse: “i suoi fiori assicuravano essere tanto in odio ai diavoli che abbruciandone o facendone fomenti nelle case, essi subito se ne partivano…”, forse perché se bruciato rilascia un odore simile all’incenso, o forse perché il colore rosso del suo oleolito lascia ben sperare. Veniva persino impiegato per curare gli ipocondriaci, “diventati maniaci al punto di apparire posseduti dai demoni”. In effetti l’ipericina contenuta in questa pianta è un rimedio efficace contro le depressioni endogene e psicogene, proprio in virtù dell’azione stimolante ed eccitante di questa sostanza contenuta sia nei fiori che nelle foglie. Il suo uso interno è reso però difficile dalla grande interazione che l’ipericina manifesta con altre sostaze attive (es. interferisce con la pillola anticoncezionale), per questo se ne consiglia l’impiego esterno. L’oleolito è perfetto, facile da preparare, e i suoi benefici in caso di irritazioni cutanee, scottature, eczemi, punture e ferite in genere sono ormai noti. Per aumentare i suoi poteri magici, ho preferito aggiungere un po’ di olio essenziale e fiori di Lavanda che, oltre ad agire sinergicamente, hanno la funzione di aiutarne la conservazione. Avanti streghette e stregoni, al lavoro! Anzi, se proprio volete seguire le regole imposte dalla tradizione, dovreste aspettare il 24 giugno, perché è il giorno di San Giovanni che l’Iperico veniva colto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Iperico

150 g

Lavanda (facoltativa)

5 infiorescenze

Olio di oliva Bio

400 ml

Olio di semi di vinacciolo Bio

100 ml

Olio essenziale di Lavanda (facoltativo)

10 gocce

1
2
3
4
5
6

Procedimento

Raccogliete le cime di Iperico in una giornata di sole e riempite un vaso abbastanza capiente da contenere tutti gli ingredienti. Aggiungete (facoltativo) anche i fiori di Lavanda. Poi colmate il barattolo di olio facendo attenzione a coprire bene i fiori. In caso contrario, aumentate le dosi dell’olio. Per la scelta di quest’ultimo, potete usare anche oli diversi da quelli che ho scelto io (olio di mandorle, olio semi di girasole o lino…). Personalmente ho notato che l’olio di oliva sembra estrarre l’ipericina più velocemente. Tenete conto che le quantità di olio che ho indicato nella ricetta sono indicative nel senso che il principio è riempire un vaso di cime fiorite (il loro peso e volume dipende da come le avete colte) e poi aggiungere tanto olio quanto basta per coprire il tutto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Mescolate bene e ponete il vaso al sole coperto con un fazzoletto di cotone o una stoffa per permettere all’acqua contenuta nei fiori di evaporare. La sera ritirate il vaso in casa, o comunque spostatelo in un luogo al riparo dalle intemperie. Ricordatevi di mescolare l’oleolito ogni giorno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Lasciate il vaso al sole per 3-4 settimane. La durata dipende anche dal tempo. Se vi aspetta una primavera/estate piovosa, allora l’ipericina contenuta nei fiori ci metterà più tempo a essere rilasciata nell’olio. Vedrete che giorno per giorno il liquido comincerà a colorarsi di rosso. Buon segno! Questo significa che l’ipericina contenuta nei fiori sta passando nell’olio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Passato il tempo necessario, filtrate strizzando bene i fiori. Volendo potete aiutarvi con uno schiacciapatate. Unite al liquido filtrato l’olio essenziale di Lavanda (facoltativo) e poi imbottigliate in contenitori di vetro da conservare in un luogo fresco al riparo dalla luce (es. armadietto dei medicinali).

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Applicate quest’olio magico su scottature, eritemi, irritazioni cutanee, eczemi, ferite, etcc…. ma fate attenzione a non esporre la parte trattata al sole perché l’Iperico è fotosensibilizzante e rischiereste di aggravare lo stato infiammatorio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.