Sale verde all'Equiseto

STAGIONALITA':

Estiva Primaverile

PROPRIETA':

Rimineralizzanti, diuretiche.

DOSI PER:

> 10 persone

Che pianta strana l’Equiseto, spunta dal terreno all’inizio della primavera e non è particolarmente attraente. Non produce nemmeno fiori, perché come tutte le felci si riproduce attraverso spore. Eppure è un grande alleato dell’uomo, e delle donne in particolare. Il suo segreto è l’alto contenuto in Silicio organico (dal 30 al 70% del suo peso secco) che lo rende particolarmente efficace per fissare il Calcio all’interno del nostro organismo, quindi utile in caso di fratture e osteoporosi. Oltre al Silicio, abbondano altri sali minerali importantissimi per il nostro metabolismo basale: Ca, Mg, K, S, Fe, Mn, etc… Unico problema: il suo sapore non è particolarmente invitante, per questo non ho mai saputo come utilizzarlo in cucina. Ma l’anno scorso ho conosciuto una ragazza speciale con cui condivido la passione per le erbe spontanee: Anna Fila Robattino (consulente di discipline olistiche). Insieme stavamo raccontando le erbe selvatiche ad un gruppo di turisti nell’Alta Langa, e ad un certo punto Anna ha esordito con una ricetta geniale nella sua semplicità: un sale all’Equiseto. Le ho chiesto di poter condividere con voi quest’idea perché credo che la carenza di Calcio, soprattutto nelle donne, sia un problema reale; e poi perché trovo che questo sale abbia un colore verde brillante irresistibile. Basta poco tempo per prepararne a sufficienza per tutto l’anno, e si può usare come un sale normalissimo. Grazie Anna!

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Equiseto (foglie sminuzzate)

10 cucchiai

Sale grosso

5 cucchiai

1
2
3

Procedimento

Raccogliete una decina di piante di Equiseto quando è ancora verde. Da aprile a settembre non dovrebbe essere difficile reperirlo (consultate la scheda nella sezione piante per sapere quali sono i luoghi in cui cresce abitualmente). Disponete le piante su un giornale in un luogo areato e pazientate tre giorni affinché si secchino, così sarà più facile lavorarle con il sale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

A questo punto separate le foglie (simili ad aghi) dal fusto principale. Per questa ricetta vi servono soltanto le foglie.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Tritate grossolanamente le foglie, oppure sbriciolatele con le mani… trovo che sia più divertente! Poi unite le foglie al sale grosso e pestatele insieme in un mortaio fino a quando non avrete ottenuto un sale fino e verde, con l’Equiseto ridotto in polvere. Basteranno 10 minuti. Potrete conservare questo sale in un barattolo di vetro ed utilizzarlo in sostituzione del sale normale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Abbinamento consigliato da Anna: “provate questo sale su una focaccia, al posto del sale comune.” Mannaggia, ho un attacco di iper-salivazione…

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

NB: si sconsiglia l’utilizzo di questo sale in gravidanza e durante l’allattamento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.