Topinambour all'Aglio Selvatico

STAGIONALITA':

Invernale Autunnale

PROPRIETA':

Disinfettanti, antisettiche, equilibra la flora intestinale.

DOSI PER:

2 persone

E’ ancora tempo di Topinambour, tubero particolarmente indicato per ripulire l’intestino ed aumentarne la funzionalità. Tutto merito dell’inulina in esso contenuto: un oligosaccaride di riserva tipico delle Asteraceae in grado di favorire la digestione, aumentare la percentuale di Bifidobacteria nella flora microbica intestinale, e nel contempo diminuire la densità di batteri nocivi. Il Topinambur è anche utile per conferire un rapido senso di sazietà e ridurre l’assorbimento di colesterolo e zuccheri nell’intestino: dunque ben si adatta ai diabetici per limitare i bruschi sbalzi della glicemia che seguono i pasti. E ora mettiamoci ai fornelli! Tuberi di Topinambour, fiori di Senape Selvatica e l’immancabile Aglio delle Vigne. Ecco fatto, non serve altro, giusto qualche ingrediente che non manca mai nella dispensa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Aglio delle Vigne (o Pippolino)

10 bulbi + foglie

Senape Selvatica

10 fiori

Topinambour

200 g tuberi

Olio extravergine di oliva

5 cucchiai

Pangrattato

4 cucchiai abbondanti

Limone

1/2 (succo)

Acqua

qb

Parmigiano

2 cucchiai

Sale

qb

1
2
3
4
5
6

Procedimento

Cominciate con lo spelare i Topinambour. Poi tagliateli a fettine spesse mezzo centimetro e metteteli a bagno in acqua fredda, con l’aggiunta del succo di mezzo limone. Questo vi permetterà di mantenere i Topinambour bianchi senza che anneriscano (un po’ come per i carciofi).

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

Portate a bollore mezzo litro d’acqua, salatela a piacere e poi sbollentatevi i Topinambour per qualche minuto, sino a quando risulteranno cotti, ma ancora leggermente croccanti. Scolateli e metteteli da parte.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

A questo punto lavate bene l’Aglio delle Vigne e tagliate a pezzetti il bulbo e le foglie. Mettete da parte un po’ di foglie che vi serviranno per insaporire il pangrattato, poi versate il resto del trito di foglie e bulbi in un pentolino con due cucchiai d’olio. Fate soffriggere per 5 minuti mescolando spesso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

E ora il pangrattato. A me piace farlo in casa con l’avanzo di pani diversi (segale, integrale, cereali, bianco…). In una ciotola mettete 4 cucchiai di pangrattato, 2 cucchiai di parmigiano, una piccola manciata di foglie tritate di Aglio delle Vigne, 3 cucchiai di olio, un pizzico di sale e, se lo gradite, un po’ di pepe. Saltate il tutto in padella rimestando spesso, il pangrattato dovrà imbrunire e risultare croccantino.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

A questo punto non vi resta che combinare gli ingredienti. In una ciotola condite i Topinambour sbollentati con il soffritto di Aglio selvatico e mescolate bene (a me piace farlo con le mani!). Disponeteli poi in un piatto, e guarnite con il pangrattato aromatizzato. Volendo poi, potete decorare con fiori si Senape Selvatica… perché anche l’occhio vuole la sua parte! E poi il piccantino della Senape si sposa bene con il sapore dolce del Topinambour. Provare per credere!

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.