Un biglietto di sola andata per l’Isola del Sole, grazie.

Magia
Viaggi

Natale 2014, un pacchetto fra le mie mani, il regalo di un’amica molto speciale. Il mio primo Natale passato in solitudine dopo molti anni. Un po’ di malinconia e tristezza nell’aria. Comincio a slegare il fiocco pensierosa e sospirante. Il titolo di un libro fa capolino tra la carta da pacchi stropicciata: ‘Profezia di una curandera’, leggo. Era l’inizio di qualcosa di nuovo, ma allora lo ignoravo. Le sue pagine mi attirano e comincio a leggerle per mandare via un po’ di quel senso di solitudine che mi attanaglia. Poco alla volta vengo risucchiata dalle parole che scorrono veloci davanti ai miei occhi, mi fermo soltanto quando mi imbatto in qualcosa che mi smuove dentro. L’autore, Hernán Huarache Mamani, parla di un lago antico, di un luogo di grandissima spiritualità, di terre dai ritmi lenti in cui l’armonia tra uomo e natura è ancora reale. Sembra che la misteriosa Atlantide sia sommersa proprio qui, sotto le sue acque. In quel momento non immaginavo che, a distanza di un anno, avrei immerso le mie mani in questo immenso specchio d’acqua situato a 4000 m di altitudine. Le Ande non erano minimamente nei miei programmi. Eppure in quel momento lo desiderai, e le mie parole silenziose devono essere finite da qualche parte…

Il 2016 è appena cominciato, sono in cima ad un monte sull’isola del Sole, da qui posso ammirare il lago Titicata e sentire la sua energia. Ho scelto questo luogo puntando il dito ad occhi chiusi sulla mappa. Il nome prometteva bene e intenzionalmente non ho voluto indagare sul luogo. Una volta in Bolivia, ho soltanto chiesto informazioni su come raggiungere l’isola. Ho provato una certa emozione quando ho acquistato un biglietto di sola andata per l’isla del Sol. Sapevo che sarei tornata alla normalità in tempi ragionevoli ma… l’idea di non avere limiti temporali, di non sapere cosa avrei trovato o dove avrei alloggiato, mi ha procurato una certa eccitazione allegra.

Sono sola da una settimana eppure non mi sento sola. Ho cercato il silenzio e l’ho trovato, ma la natura mi accompagna con i suoi suoni. Due farfalle multicolore mi sfiorano il viso mentre rifletto sul silenzio… Scrive Mamani: “Nel silenzio esiste una comunicazione particolare, e si raggiunge una profonda unione con la propria guida spirituale… Con le parole si può convincere, ragionare, dialogare, ma niente vale come il silenzio, che è una diversa forma di comunicazione. Il silenzio è un incontro con noi stessi. Per questo tante persone hanno paura del silenzio, poiché è un modo per arrivare a noi stessi. Ma quando ti confronti con esso e riesci a metterti in contatto con il tuo io più profondo, entri in una dimensione mai immaginata, in un’autentica pace, nella dimensione reale dell’uomo. Puoi comprendere il senso delle parole, dei gesti e dei segni. Il tuo comportamento e quello degli altri si fa chiaro, non c’è il condizionamento della parola, che ipnotizza. Il silenzio ti mette in contatto con l’universo intero”.

Dalla cima della mia montagna non vedo i confini del lago, sembra un mare. Vicino a me un mucchio di pietre accatastate, a fianco i segni di un fuoco e di un rituale sacro. Sono qui per entrare in contatto con la parte più intima di me e con Pachamama, la Madre Terra. Il silenzio lascia il posto ad una vocina interna che mi parla, ma forse è solo immaginazione. Scelgo tre foglie di coca e ci soffio sopra, così come mi ha insegnato uno sciamano di queste parti, poi le depongo fra le pietre. Chiudo gli occhi e mi concentro. Chissà se Pachamama mi ascolta…

Penso a dove mi trovo e mi viene da sorridere. Non ho fretta di tornare a casa, mi siedo e contemplo la bellezza che mi circonda, una lacrima scivola sulla mia guancia, ma sono felice.

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
 +39 349 3626757     info@vividisanapianta.it
© 2016 Vivi di sana pianta by Viviana Sorrentino. Tutti i diritti riservati.

Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a titolo indicativo e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. vividisanapianta.it non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati. La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.